Add-On. La rigenerazione degli edifici con tecnologie stratificate a secco

L’architettura del nostro secolo si coniugherà principalmente con rigenerazione, architettonica, energetica, strutturale. Ai progettisti oggi è pertanto richiesto di cambiare il modo di intendere il progetto con nuove visioni e strategie, capaci di innovare con creatività. La possibilità di intervenire nella città esistente con l’addizione di porzioni incrementali, oggi definite addizioni volumetriche, apre ai progettisti nuovi scenari dove innovazione, economia e tecnica si incontrano: è importante definire nuove metodologie e tecnologie per pensare a costruzioni leggere, modulari, smontabili, trasportabili, flessibili…, che si aggiungano al territorio costruito per ridisegnare il paesaggio urbano.
Questo scenario potrebbe rappresentare in architettura una rivoluzione comparabile a quella che gli smartphone hanno generato in campo digitale.
Lo smartphone è infatti un oggetto integrato che racchiude in se molteplici funzioni: è telefono, orologio, agenda, computer, internet, gioco, musica, video, strumento di acquisto e diverrà in futuro tante altre cose. Analogamente, lo strumento dell’addizione volumetrica può racchiudere in sé la risposta a tutte le esigenze che un edificio esistente si trova ad affrontare nella nostra epoca dal punto di vista energetico, strutturale e sociale: permette di riprogettare, ricostruire, curare, ridefinire, riorganizzare, densificare porzioni di città. Il workshop di progettazione intende suggerire una risposta pragmatica all’approfondimento della rigenerazione degli edifici, esplorando soluzioni progettuali e tecniche innovative, per guardare a soluzioni diverse.

Coordinatore scientifico: arch. Chiara Tonelli
Tutor: arch. Nives Barranca
ore 14.00 registrazioni check-in partecipanti
ore 14.30 presentazione dei lavori
arch. Chiara Tonelli, Consigliere Ordine Architetti P.P.C di Roma e provincia
ore 14.40 Semplice, nuova, giusta: un’idea per la casa di domani. Le addizioni volumetriche per la rigenerazione degli edifici, arch. Chiara Tonelli
Semplice è considerare il diritto di abitare: nel rispetto delle differenti culture e comunità. Nuovo è visione e strategia: fare le cose in mood diverso e utile, per migliorare l’abitare. Giusto è rispetto della Terra: senza, non possiamo pensare di abitare. Nuove metodologie e tecnologie per costruzioni leggere, modulari, smontabili, trasportabili, flessibili… che si aggiungano al territorio, per ridisegnare il paesaggio urbano.
La strategia delle addizioni volumetriche è in grado di ridurre i costi di riqualificazione e al tempo stesso di promuovere politiche di densificazione del territorio a favore di ulteriore consumo di suolo. Attraverso numerose ricerche, questa strategia risulta essere ricca di benefici economici, sociali e tecnologici dati dalla possibilità di trasformare l’esistente attraverso un ampliamento delle superfici utili tale da controbilanciare i costi di riqualificazione energetica dell’edificio.
ore 15.10 Sistemi costruttivi a secco performanti per gli involucri esterni, Andrea Cerrini
Nuovi modi di concepire gli spazi interni e adattarli alle esigente abitative in continua evoluzione: illustrazione e discussione dei vantaggi.
ore 15.40 Isolamento dell’involucro  secco con soluzioni green e performanti, Francesco Cavicchioli
Tecniche di isolamento dell’involucro a secco con soluzioni green e performanti: il caso studio delle lane minerali con Ecose® Technology
ore 16.10 break
ore 16.25 workshop
Introduzione e tutoraggio a cura di Chiara Tonelli
Si tratta di un progetto di rigenerazione di un edificio esistente, dove il partecipante dovrà definire i volumi e i pacchetti di facciata nei vari casi dell’addizione volumetrica (nuova costruzione) e dell’edificio esistente (riqualificazione) con tecnologie a secco sviluppato in due momenti:
/ interventi teorici di illustrazione di metodologie e tecnologie per la rigenerazione degli edifici e delle potenzialità compositive, tecnologiche, economiche. Particolare attenzione sarà rivolta alla tipologia di costruzioni a secco: espressione di un nuovo modo di concepire gli spazi interni e adattarli alle esigenze abitative in continua evoluzione.
/ una sperimentazione (workshop) assistita da due docenti supervisori e da due tecnici aziendali che forniranno conoscenze concrete, suggerimenti, metodi e che si conclude con la presentazione delle idee.
Case history
Prototipo domani: come riqualificare attraverso le addizioni volumetriche
ore 18.30 dibattito e conclusioni
ore 19.00 registrazioni check-out partecipanti
aperitivo finale

 

La partecipazione all’evento riconosce n. 4 CFP
È obbligatoria la registrazione online su ordine.architettiroma.it
CODICE / ARRM 1828

  • Conferenza-Workshop
  • 20.11.2018
  • ore 14.00
    Padiglione 2B
    sala studio
    Dipartimento di Architettura
    Via Aldo Manuzio, 68L
    Roma (ex Mattatoio)