Luce e IOT per la città che verrà

La luce nell’era del digitale assume nuovi ruoli sia all’interno degli edifici che nel tessuto urbano. La luce non è più statica ma si adatta ai diversi momenti di vita della città, creando atmosfere diverse e migliorando il suo rapporto con l’uomo e l’ambiente: finalmente la qualità visiva, la sicurezza, il risparmio energetico la tutela dell’ambiente possono convergere in un unico obiettivo: “la luce che serve, dove serve, quando serve”. La dinamicità richiede la capacità di gestire dati di input, attingendo al mondo dei cosiddetti Big Data, costruendo un sistema dove il dato di output può essere la luce, ma anche l’erogazione di servizi all’utente finale di tipo diverso. Progettare nell’era del Digital Lighting significa pensare alla luce come a un nodo di un sistema più ampio e complesso, finalizzato a migliorare la qualità della vita della comunità, nel rispetto dei valori di sostenibilità nell’accezione più ampia, ambientale, economica, sociale.
Per questo abbiamo pensato a un dibattito aperto, in cui diverse voci provenienti da ambiti disciplinari ed esperienze dierenti si confronteranno per prefigurare la città che verrà.

Coordinatore scientifico e moderatore: ing. Marco Frascarolo
Tutor: arch. iunior Alessio Santucci
ore 14.30_registrazioni check-in partecipanti
ore 14.50_saluti istituzionali
Flavio Mangione, Presidente Ordine Architetti P.P.C di Roma e provincia
ore 15.00_introduzione e presentazione del convegno
Marco Frascarolo, ingegnere, Lighting Designer, Docente di Fisica Tecnica, Acustica e Illuminotecnica, Direttore del Laboratorio Interdisciplinare di Fisica Tecnica e Tecnologia Dip. di Architettura Università degli Studi Roma Tre
ore 15.15_interventi introduttivi
Luca Montuori, architetto, Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale
Flavia Marzano, dottore in Scienza dell’Informazione, Assessore Roma Semplice con delega in materia di Smart City per Roma Capitale
Francesco Prosperetti, architetto, Direttore Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma
Roberto Botta, ingegnere, Vice Direttore Generale Area Tematica Servizi al Territorio di Roma Capitale
Corrado Terzi, architetto, lighting designer, fondatore del Master in Lighting Design, Sapienza Università di Roma

ore 16.30_interventi tecnici
ore 16.30, Cosa si può imparare dal piano della luce per la città di Torino
Giampaolo Roscio, Responsabile di Iren Energia, Presidente AIDI, Associazione Italiana di Illuminazione
ore 17.00, Il progetto della luce per la città: non solo riqualificazione energetica
Margherita Suss, architetto, lighting designer, Past President AIDI, co-fondatrice studio di progettazione GMS
ore 17.30, Il progetto della luce oltre la luce nell’era digitale
Alessandro Grassia, architetto, lighting designer, Presidente sezione Lazio e Molise di AID, fondatore studio di progettazione Astrapto
ore 18.00, Il progetto Diademe. Illuminazione adattiva come soluzione al duplice problema della sicurezza sulle strade e del risparmio energetico
Marco Frascarolo
ore 18.30, La luce come strumento espressivo per la rigenerazione urbana
Diego Labonia, light artist, Direttore Tecnico e fondatore Festival RGB Light Experience
ore 19.00_dibattito e conclusioni
ore 19.30_registrazioni check-out partecipanti

 

Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia
Piazza Manfredo Fanti, 47 – 00185 Roma
t. +39 06 97.60.45.60 | ordine.architettiroma.it
La partecipazione all’evento riconosce n. 4 CFP
È obbligatoria la registrazione online su ordine.architettiroma.it
CODICE / ARRM 1821

  • Convegno
  • 14.11.2018
  • ore 14.30
    Casa dell’Architettura
    Piazza Manfredo Fanti, 47
    Roma