Perchè donare il sangue?
La donazione di sangue è un gesto di infinito amore che permette a molte persone di continuare a vivere.

Inoltre: è indolore e priva di rischi
– il materiale adoperato per il prelievo e’ sterile e monouso, a garanzia del donatore e del ricevente
– e’ preceduta da una visita medica
– da’ diritto ad una giornata di riposo retribuito per i lavoratori dipendenti

Ad ogni donazione vengono eseguite le seguenti analisi: gruppo sanguigno, ricerca anticorpi irregolari anti-eritrociti, emocromo, ALT, test per epatite B e C, HIV, sifilide. Per il donatore periodico, inoltre una volta l’anno, vengono eseguiti i seguenti esami: creatininemia, glicemia, protidemia ed elettroforesi proteica, colesterolemia, trigliceridemia ferritinemia. Avere cura della propria salute: un’ottima ragione per donare il sangue!

Come donare il sangue?
Possono donare il sangue tutte le persone sane con età compresa tra i 18 e i 60 anni e di peso corporeo superiore a 50 Kg. Non occorre portare delle analisi del sangue perchè quelle necessarie per utilizzare il sangue vengono fatte al momento della donazione; portare invece un documento valido di riconoscimento e la tessera sanitaria.

EVITARE DI VENIRE DIGIUNI: è permessa una leggera colazione a base di carboidrati: caffè, te, succhi di frutta, spremute, fette biscottate, marmellata, miele. Una donazione di sangue intero dura in media 10 minuti, da 30 a 60 minuti per una donazione in aferesi (donazione di singoli emocomponenti).

Un medico o un infermiere professionale effettua il prelievo dal donatore disteso su di una poltrona. Dopo un’accurata disinfezione della cute, viene inserito l’ago in una vena e il sangue viene fatto scendere dal donatore alla sacca di raccolta che è posizionata in basso rispetto al donatore.

È una procedura controllata e sicura: tutti gli aghi e i tubi del circuito del prelievo sono sterili e monouso cioè vengono utilizzati una sola volta. Non c’è rischio di contrarre alcuna malattia infettiva. Il sangue donato viene nuovamente generato dal corpo del donatore che recupera tutti i fluidi persi nella donazione nell’arco di 24 ore.

La donazione può essere “occasionale” o “periodica”. Il donatore è periodico quando si reca per più di due volte presso una struttura trasfusionale per rinnovare l’atto della donazione.

  • Giornata di raccolta sangue
  • 29.10.2019
  • dalle ore 8.00 alle ore 12.00
    padiglione 2B
    Dipartimento di Architettura
    Via Aldo Manuzio, 68L
    Roma (ex Mattatoio)