Paesaggio urbano storico (HUL) e paesaggio archeologico

 

Paesaggio urbano storico (HUL)
Lettura processuale dei tessuti urbani e progetto di recupero dell’edilizia di base e delle emergenze architettoniche dei piccoli centri storici, in particolare quelli ricadenti in aree a rischio sismico.
L’attività consiste nella predisposizione di strumenti utili alla riqualificazione e al restauro del patrimonio architettonico e urbano, quali ad esempio Manuali del recupero, Piani del Colore, Codici di pratica, ecc.
Il lavoro si svolge con attività sul campo e in collaborazione con le istituzioni pubbliche locali e centrali.
Studio e progetto di restauro urbano di contesti del Novecento romano. Il lavoro si svolge con attività sul campo e in collaborazione con le istituzioni pubbliche locali e centrali.
Luoghi prescelti: centri storici dell’area del cratere sismico del 2016 di Lazio e Marche, E42, Garbatella, Pigneto, Parco del Colle Oppio.

 

Paesaggio archeologico
Studio della genesi e progetto di valorizzazione di siti archeologici consolidati e diffusi sul territorio anche in funzione di una loro riattivazione nei contesti urbani e territoriali e di una loro fruizione turistica qualificata.
Lettura e rilievo delle strutture antiche, ricognizione delle infrastrutture e dei percorsi antichi compromessi e in fase di abbandono, geologia del territorio, progetto di restauro archeologico e di riqualificazione territoriale. Predisposizione di strumenti utili alla tutela e al restauro del patrimonio architettonico e urbano, quali GIS, piattaforme informatiche, ecc.
Il lavoro si svolge sul campo (cantieri scuola) e in collaborazione con le istituzioni pubbliche locali.
Luoghi prescelti: Crypta Balbi, Parco archeologico di Selinunte, Tulou, Fujian (Cina), Villa Adriana, Villa romana dell’Acqua Claudia (Anguillara Sabazia).

 

Programma del Laboratorio

Avviso del 18.03.2019: Si comunica che il laboratorio prenderà avvio venerdì 29 marzo 2019 alle ore 10.00 in aula Teatrino (Monti).