Marida Talamona
La sperimentazione di nuove forme artistiche. Le Corbusier e Costantino Nivola a Long Island ( 1946-1951).
2013/2014 - Durata: 2 anni

Descrizione della ricerca

A partire dal loro primo incontro avvenuto a New York nell’autunno del 1946, la ricerca ricostruisce la collaborazione artistica tra Le Corbusier e Costantino Nivola, dalle due grandi pitture murali eseguite da Le Corbusier nella casa dei Nivola a Amagansett alle sperimentazioni lecorbusiane della tecnica del sand-casting inventata da Nivola. Nel maggio 1951 Le Corbusier lavora con Nivola sulla spiaggia di Long Island a plasmare delle sculture in sabbia calce e cemento. L’unica rimasta, eseguita un mese dopo il primo viaggio di Le Corbusier in India, è un bassorilievo policromo di grande interesse con scavi, ritagli e inserti che evocano il vuoto, i diversi piani e le emergenze del progetto del Campidoglio di Chandigarh. Per Le Corbusier la collaborazione con Nivola diventa un altro laboratorio dove sperimentare la sua idea di Synthèse des Arts, per Nivola l’incontro con il maestro dell’architettura contemporanea segna l’avvio della sua attività di scultore e di una nuova identità artistica.
La ricerca si colloca nell’ambito degli studi storici relativi al dibattito architettonico tra Europa e Stati Uniti d’America degli anni 1940-1965. In particolare mira a mettere a fuoco gli apporti e l’influenza feconda degli intellettuali europei (architetti, artisti, designers emigrati negli USA alla fine degli Trenta) nella cultura artistica e architettonica americana.
Tra questi Costantino Nivola, Saul Steinberg e Bernard Rudofsky, provenienti dall’Italia, svolgono un ruolo importante nella concezione di nuove forme di integrazione tra arte e architettura.
Una prima relazione su questi temi e sui rapporti tra Le Corbusier e Costantino Nivola, intitolata è stata presentata nel convegno Le Corbusier / New York organizzato a New York l’8 giugno 2013 dall’ American Institute of Architects /Center for Architecture in
collaborazione con il MoMa (cfr. M. Talamona, Le Corbusier and Costantino Nivola between New York and Amagansett: 1946-1951).
Una seconda parte della ricerca sarĂ  svolta tra ottobre e dicembre 2013 negli Stati Uniti:
– a New York, su invito del prof. Jean Louis Cohen a lavorare su Costantino Nivola presso
l’Institute of Fine Arts /New York University;
– a Amagansett, Long Island, nell’archivio comunale;
-a Cambridge, su invito di Ines Zaluendo responsabile delle Collezioni Speciali della Frances Loeb Library della Harvard University Graduate School of Design, dove sono
conservati alcuni disegni di Le Corbusier dei due murali dipinti nella casa Nivola;
– a Boston, nell’archivio privato di Chiara Nivola;
– a Washington, nell’archivio privato di Pietro Nivola.


Altri partecipanti alla ricerca: Francesca Schintu