Le gridshell sono strutture che hanno la caratteristica di combinare il comportamento del guscio (attraverso la sua forma a doppia curvatura) a quello della griglia reticolare. La tesi approfondisce il tema delle gridshell post-formate in legno (ben meno note delle più diffuse gridshell pre-formate in acciaio), tema che ha origine con l’esperienza di Frei Otto a Mannheim nel 1975. La differenza fondamentale tra gridshell preformate e postformate sta nel rapporto tra progetto e processo costruttivo: nelle prime la geometria di tutte le aste e nodi deve essere fissata dal primo momento, le seconde prevedono l’assemblaggio dei componenti in piano. Una griglia ortogonale che viene successivamente deformata: i moduli inizialmente quadrati si “rombizzano” e le aste si inflettono. A deformazione ultimata si “fissa” con l’inserimento di elementi diagonali. La caratteristica principale di questo tipo di struttura è quella di essere ecologica.
Il passaggio ulteriore è stato un cambio di prospettiva, che deriva dagli studi sull’architettura radicale degli anni ’70 in Italia (dalla Supersuperficie alla No-Stop City): smettere di guardare alla gridshell come ad un oggetto tecnologico e immaginarla come una potenziale infrastruttura architettonica infinita.
La scelta dell’area di progetto è ricaduta sul Mattatoio di Roma, perché questo luogo permette di sperimentare tutta una serie di ragionamenti teorici come il rapporto tra infinito e finito,  tra pieno e vuoto e ancora il rapporo con la rovina, ma anche perchè ci permette di essere progettisti e abitanti allo stesso tempo.
Il progetto si compone di due parti.
La prima è concettuale: una gridshell che cala sul Mattatoio di Roma e prende forma in funzione di ciò che incontra. Non l’unica forma plausibile, non la forma definitiva, ma solo una delle possibili.
La seconda riguarda la progettazione complessa di una vera struttura-Gridshell, con tutti i suoi passaggi, in relazione ad un padiglione-rovina: il padiglione 9e.

  • 2015.05 | Gridshell sulla fattibilitĂ  di un'utopia
  • studente/iPone Maria, Quondam Fabrizio, Sacchi Filippo
  • Relatore/i
  • Longobardi Giovanni
  • Correlatore/i
  • Colabella Sofia, Riparbelli Fabiana
  • Corso di laurea
  • Progettazione Architettonica
  • Disciplina
  • Ricerca storica, progetto architettonico e progetto del paesaggio
  • Data
  • 05/03/2015
  • Anno accademico
  • 2014-2015
  • Voto
  • 110/110 e lode