Il presente lavoro di tesi propone un’indagine conoscitiva mirata alla comprensione dei fattori determinanti nella definizione del margine della città di Tivoli che cinge il suo centro storico e si affaccia sull’alveo stretto e profondo dell’Aniene. È un’area in cui si può individuare un’eleva valenza storica per l’identità territoriale del luogo, tanto per l’aspetto archeologico quanto per quello industriale. Tutto ciò nasce da una complessa relazione instauratasi fra eventi storici, condizioni oroidrografiche del territorio, scelte urbanistiche e tipologiche discutibili, in un luogo dalle caratteristiche ambientali particolarmente impervie.
Nella parte seguente del lavoro viene preso in esame uno dei molteplici stabilimenti industriali qui situati: nello specifico, si tratta dell’ex cartiera Graziosi Carlucci.
L’analisi è incentrata sulla descrizione dello stato di fatto e sull’insieme dei suoi mutamenti nel tempo, attraverso ipotesi ricostruttive delle diverse fasi del complesso.
Vengono inoltre fornite le linee guida di un intervento che suggerisce la ricerca di una soluzione armonica fra la conservazione delle strutture antiche qui presenti e la salvaguardia delle testimonianze di archeologia industriale. Si vuole rintracciare un delicato equilibrio fra la compresenza dei due patrimoni, permettendo una corretta lettura del luogo che costituisce un unicum proprio per la partecipazione di tanti elementi differenziati e sedimentati attorno ad un percorso di grande rilevanza.

  • 2015.03 | Studio per un intervento consapevole sull’ex Cartiera Graziosi Carlucci
  • studente/iRomiti Alessandra
  • Relatore/i
  • Cellini Francesco
  • Correlatore/i
  • Segarra Lagunes Maria Margarita
  • Corso di laurea
  • ProgettazioneArchitettonica
  • Disciplina
  • ProgettazioneArchitettonica
  • Data
  • 05/03/2015
  • Anno accademico
  • 2014-2015
  • Voto
  • 110/110 e lode