Tema della tesi è la ricostruzione storica del dibattito e dei progetti che hanno portato all’apertura di via della Conciliazione. Il progetto fu redatto da Marcello Piacentini e Attilio Spaccarelli negli anni Trenta e fu l’ultimo di una complessa e lunga serie di piani e proposte che, dal XV sec., tentarono di ridisegnare un nuovo accesso per la basilica vaticana.

I due architetti furono incaricati del progetto nel febbraio 1935. Nel giugno 1936 la loro prima proposta fu approvata da Mussolini e Pio XI, e in ottobre furono avviate le demolizioni. Negli anni seguenti i progettisti approfondirono gli studi per la definizione del progetto e l’avvio della fase esecutiva. Dal 1940 i lavori nei cantieri proseguirono a rilento fino alla definitiva sospensione a causa della guerra. Ripresero nel 1946 e furono terminati per l’Anno Santo 1950.

Il lavoro di ricerca è stato condotto in diversi archivi, in particolare nel fondo Piacentini e negli archivi del Comune di Roma e della Soprintendenza. Sono stati indagati anche i fondi di architetti, artisti e letterati che hanno affrontato il tema. Dall’analisi dei documenti sono emersi nuovi dati che hanno consentito la ricostruzione cronologica degli eventi e la descrizione delle diverse fasi di progetto. La ricognizione nei diversi archivi e l’ampiezza della ricerca ha permesso il ritrovamento di piani e documenti inediti, aggiungendo un ulteriore piccolo tassello alla conoscenza della storia della Spina di Borgo e delle aree limitrofe.

  • 2015.05 | Via della Conciliazione. Progetti 1934-1940. Marcello Piacentini – Attilio Spaccarelli
  • studente/iCausarano Federica
  • Relatore/i
  • Talamona Marida
  • Correlatore/i
  • Corso di laurea
  • laura magistrale in architettura – progettazione architettonica
  • Disciplina
  • storia dell’architettura
  • Data
  • 26/05/2015
  • Anno accademico
  • 2014-2015
  • Voto
  • 110 e lode/110 e lode