Il nostro studio s’inserisce all’interno di un dibattito sulla riqualificazione di un’area di grande interesse situata nel più antico nucleo urbano di Granada, su cui si discute senza un effettivo esito da più di quaranta anni.

È rivolto alla valorizzazione di un tratto di mura tra le più antiche ancora esistenti a Granada – erroneamente chiamate “Muralla Zirí” – e dei resti archeologici situati nelle sue adiacenze, conservati nel cuore dell’Albayzín, antico barrio ricco di fascino e contraddizioni dichiarato dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’umanità.

Il lavoro effettuato fornisce delle linee guida per un intervento che suggerisca la relazione armonica fra la conservazione delle strutture antiche, il miglioramento della loro percezione e accessibilità, il racconto delle testimonianze archeologiche che custodiscono informazioni preziose sulle origini di Granada, e al tempo stesso la restituzione di un’importante porzione di città abbandonata ad una condizione di degrado e affetta da abusivismo, incuria e ripetuti atti di vandalismo.

La redazione del progetto, che ha seguito un’indagine storica e urbana molto approfondita, si pone come obbiettivo quello di creare le condizioni affinché tutti gli elementi sui quali fino ad ora si è intervenuti in maniera sporadica e isolata siano sistematicamente valorizzati, fruiti e tutelati attraverso la realizzazione di un parco archeologico liberamente accessibile che preveda il recupero di Porta Monaita, antico varco di accesso alla città.

  • 2015.07 | Parco delle Mura dell'Alhacaba e recupero dell'antica Porta Monaita, Granada (Spagna). Studio per un intervento consapevole.
  • studente/iDaniel Loddo, Stefano Martorelli
  • Relatore/i
  • Francesco Cellini
  • Correlatore/i
  • Maria Margarita Segarra Lagunes, José Tito Rojo
  • Corso di laurea
  • Corso di LM in Architettura - Restauro
  • Disciplina
  • Restauro Urbano
  • Data
  • 23/07/2015
  • Anno accademico
  • 2014/2015
  • Voto
  • 110 e lode/110 e lode