Il progetto presenta la proposta per un museo dedicato al design a Roma. La tesi si sviluppa come un laboratorio composto da più studenti.

In una prima fase di gruppo, sono stati studiati 49 musei realizzati nell’ultimo decennio (2004-2014), poi redatti in un volume unico. Lo studio ha rappresentato un valido riferimento per le proposte progettuali presentate in seguito.

È stato anche svolto uno studio dell’area di progetto, descritta nell’ambito di valorizzazione B3 del PRG (fasi storiche, viabilità, vegetazione, criticità, strategie, orografia, litostratigrafia ecc.).

La seconda fase svolta da studenti in coppia o singoli, è stata articolata secondo le modalità di un concorso. Sono state presentate diverse proposte progettuali per la realizzazione di un museo nell’area indicata che attualmente presenta una ex-caserma tra Viale Angelico e Via Filippo Corridoni.

La proposta qui descritta si articola morfologicamente rispettando le volumetrie circostanti. La scelta di determinati materiali ha comportato diverse soluzioni per le facciate, pensate in modo tale da ottenere un risultato radicato con il contesto.

Dalle piante è possibile osservare due soluzioni compositive che organizzano la gerarchia di tutta la macchina museale. Al piano terra si è scelto di posizionare tutte le attività pubbliche lasciando un vuoto centrale (foyer). Ai piani superiori si è scelto invece di trattare i piani espositivi come due comparti separati (mostre temporanee da un lato e permanenti dall’altro).

  • 2015.10 | Musei per il Polo culturale Foro Italico e Flaminio
  • studente/iLeandro Cristofaro, Lorenzo Petrucci
  • Relatore/i
  • Giovanni Longobardi
  • Correlatore/i
  • Francesca Amarilli, Gaia Romeo
  • Corso di laurea
  • Corso di LM in Architettura - Progettazione
  • Disciplina
  • Progettazione Architettonica
  • Data
  • 09/10/2015
  • Anno accademico
  • 2014/2015
  • Voto
  • 110/100 e lode