Il contesto costruttivo londinese costituisce un repertorio formidabile per la sua vivacità attuale.

Anche dal punto di vista storico l’architettura inglese fornisce un validissimo esempio, soprattutto per ciò che concerne l’housing sociale e le politiche e normative ad esso connesse.

 

Il progetto di tesi  indaga il tema della Densificazione in un contesto urbano compatto come quello della capitale inglese e come corollari, il social mix e la polifunzionalità.

Situato al centro di Londra, il progetto consta di un basamento adibito a spazi commerciali e servizi per i residenti  sopra cui si impostano gli edifici residenziali.

 

Si è cercato di creare un sistema residenziale a locazione mista, in cui residenze private e sociali fossero Tenure Blind (con uguale apparenza esterna) e avessero dei percorsi dalla strada alla residenza aperti e visibili verso il reame pubblico. Creare una lettura degli spazi chiara, seguendo la Defensible Space Theory di Oscar Newman ampliamente utilizzata in Inghilterra.

 

A livello costruttivo, sono stati progettati più edifici in luogo di un fronte unico e accessi aperti ai singoli appartamenti che fungessero anche da spazi privati, per dare una percezione forte e concreta della propria abitazione. Inoltre la forte tettonica strutturale riprende una tradizione inglese di facciate connotate da un’articolazione e un chiaroscuro accentuati. Conferire quindi al nuovo sviluppo residenziale un aspetto consono al tessuto urbano in cui i residenti possano riconoscersi.

  • 2015.12 | Mount Pleasant: Un modello di sviluppo residenziale intensivo a Londra
  • studente/iPaolo Tomasello
  • Relatore/i
  • Paolo Desideri
  • Correlatore/i
  • Paul Eaton
  • Corso di laurea
  • LM Progettazione Architettonica
  • Disciplina
  • Progettazione Architettonica
  • Data
  • 18/12/2016
  • Anno accademico
  • 2014/2015
  • Voto
  • 110 e lode/110 e lode