“Può essere economicamente  sostenibile un intervento che riqualifichi l’edificio nella sua complessità?”

Considerati i nuovi obiettivi europei sul risparmio energetico, lo sfidante contesto economico in cui viviamo e la necessità dell’Ater (Azienda Territoriale di Edilizia Residenziale Pubblica) di riqualificare il patrimonio edilizio di proprietà, è stata definita una specifica strategia d’intervento, opportunisticamente replicabile a livello nazionale.

La strategia definita affronta la complessità del progetto nella sua interezza garantendo l’efficienza energetica, sismica e funzionale attraverso un approccio modulare degli interventi, configurato a seconda delle esigenze e disponibilità dell’ente investitore.

 Ad oggi, più della metà dell’edificato esistente necessita di essere rigenerato al più presto in quanto energivoro, vetusto, vulnerabile e inadeguato.

E’ questa oggi la sfida dell’architetto: proporre una strategia d’intervento sostenibile, in grado di riqualificare l’edificio, aumentarne il valore e renderlo capace di generare flussi di cassa positivi.

Questa tesi, vuole quindi proporre un nuovo approccio integrato alla riqualificazione e vuole muovere un primo passo verso la ridefinizione del ruolo dell’architetto, sempre più centrale nel contesto economico e sociale del nostro paese.

  • Built on. Strategie di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio Ater
  • studente/iSpagnuolo Giulia
  • Relatore/i
  • Tonelli Chiara
  • Correlatore/i
  • Lavorato Davide
  • Corso di laurea
  • Progettazione Architettonica
  • Disciplina
  • Progettazione Architettonica
  • Data
  • 26/07/2017
  • Anno accademico
  • 2016-2017
  • Voto
  • 110/110 e lode