Il progetto si colloca all’interno di una questione ampia e complessa che riguarda la Strategia delle aree interne. Nello specifico mi occupo della regione Friuli Venezia Giulia, caratterizzata da una conformazione orografica che va dalle catene montuose alpine alla pianura estesa fino alla costa.
Il FVG vede il fenomeno dello spopolamento concentrarsi maggiormente nelle zone montane dove le aree rurali presentano gravi problemi di sviluppo.
La Val Aupa è uno dei molti casi in cui la posizione marginale rispetto alle zone con maggiore produttività ha portato all’abbandono e alla perdita dei caratteri del paesaggio frutto di un negoziato continuo tra uomo e natura.
Si sta parlando della perdita delle pratiche che per molto tempo furono la base della piccola economia di questi territori e della perdita della biodiversità, con la conseguente riduzione della qualità paesaggistica.

La Tesi si interroga su come poter far fronte a queste problematiche trovando una soluzione concreta per la valorizzazione del territorio. Le azioni saranno attuate attraverso il rinvigorimento delle pratiche agricole e il turismo sostenibile, utilizzando strumenti erogati dalle politiche Europee con una ricaduta progettuale su tre aree.

È quindi possibile far fronte al problema della marginalità e dello spopolamento con l’utilizzo di azioni puntuali e minute che, se messe all’interno di una strategia più complessa, trovano una loro legittimità e di conseguenza generano degli attrattori per portare nuove risorse.

  • 2019.03 | La Val Aupa nelle Alpi Friulane, strategie di sviluppo e valorizzazione paesaggistica
  • studente/iFiappo Viola
  • Relatore/i
  • Metta Annalisa
  • Correlatore/i
  • Corso di laurea
  • Architettura - progettazione architettonica
  • Disciplina
  • Progetto del paesaggio
  • Data
  • 08/03/2019
  • Anno accademico
  • 2017-2018
  • Voto
  • 110/110 e lode