Questa tesi è il risultato di un’esperienza di ricerca all’estero di 6 mesi tra ottobre e marzo di quest’anno in Argentina a Buenos Aires. Durante questo periodo ho analizzato il caso studio di una università situata nell’area metropolitana di Buenos Aires con l’intento di indagare il ruolo che una istituzione può assumere nel contesto territoriale che la ospita.

La tesi muove dalla premessa che il ruolo dell’università sia mutato nel nuovo paradigma dell’economia della conoscenza e vuole pertanto indagare come l’università abita la soglia che la lega o divide dalla città, non solo in termini di spazio fisico, ma anche nei termini di uno spazio di relazioni e reti che l’istituzione mette in gioco con gli attori urbani. In particolare la tesi affronta il tema del ruolo svolto dall’università in materia di riqualificazione urbana, di sviluppo locale e promozione culturale con un focus specifico su di un nuovo potenziale ruolo che potrebbe svolgere in qualità di aggregatore di problemi urbani e mediatore dei conflitti di natura sociale e ambientale che interessano i contesti urbani in cui l’università si colloca. A tal fine il presente lavoro approfondisce l’insediamento e il futuro piano di espansione dell’Universidad Nacional General de San Martin a Buenos Aires.

Riprendendo i frame interpretativi identificati nella letteratura internazionale sul tema del rapporto tra università e città, e applicandoli al caso studio, la tesi cerca di ricostruire come l’Università di San Martín (UNSAM), a circa vent’anni dal suo insediamento nel municipio del conurbano bonaerense, abbia investito sulle politiche di terza missione e sul legame con le problematiche territoriali, che vanno oltre il tradizionale ruolo dell’università come luogo della formazione e ricerca.

Le università latinoamericane, attraverso le pratiche di extensión e di ricerca –azione  si configurano come istituzioni centrali per sensibilizzare e  portare all’attenzione delle istituzioni le problematiche locali e territoriali. La extensión è la forma istituzionale attraverso la quale l’università interviene nella relazione con la società con l’obiettivo di mettere la conoscenza al servizio delle necessità della popolazione locale, nell’ottica in cui l’università in qualità di ente pubblico sovvenzionato dallo stato deve fornire alla società il proprio capitale umano. L’evoluzione del concetto di extensión universitaria ha accompagnato la storia del sistema universitario argentino , mettendo fortemente in discussione il ruolo dell’università in quanto attore sociale e portando a una stratificazione di significati che hanno influenzato i modi e le forme attraverso cui l’università è implicata nei problemi urbani.

  • 2014.07 | L’università come aggregatore di problemi urbani
  • studente/iFerlicca Francesca
  • Relatore/i
  • Cremaschi Marco
  • Correlatore/i
  • de La Fuente Fabian, Annunziata Sandra
  • Corso di laurea
  • Laurea Magistrale in Architettura-Progettazione Urbana
  • Disciplina
  • politiche urbane e territoriali
  • Data
  • 25/07/2014
  • Anno accademico
  • 2013-2014
  • Voto
  • 110/110 e lode