Il borgo di Castelsantangelo sul Nera, insieme a quelli di Visso e Ussita, costituiscono il territorio dell’Alto Nera, al confine tra Umbria e Marche, nel cuore del parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il borgo è costituito da un impianto tipico medievale con una torre di sommità a pianta quadrata dalla quale si snodano le mura che  vanno a racchiudere il tessuto edilizio sottostante.

I borghi di Castelsantangelo sul Nera e delle sue frazioni sono stati fortemente danneggiati dallo sciame sismico che ha colpito il centro Italia a partire dal 24 Agosto 2016.

Oltre ad effettuare una stima dei danni la mia ricerca si è concentrata  nella restituzione dell’assetto del borgo prima che fosse colpito dal terremoto e alle varie fasi evolutive dello stesso attraverso un approfondita ricerca storica.

All’interno del centro storico principale ho individuato un isolato nel quale è stato effettuato uno studio evolutivo e ne ho studiato in particolar modo il quadro fessurativo. Attraverso questo tipo di analisi si è voluto mettere le basi per un corretto intervento di consolidamento e restauro.

Questo lavoro di ricerca e di ricostruzione è partito dalla volontà di arrivare a lasciare almeno una memoria storica, una testimonianza per le generazioni future di un luogo rimasto profondamente ferito da questo evento sismico, e a cui sono particolarmente legata. Con la speranza che i suoi abitanti un giorno possano tornare a vivere questi centri e le proprie montagne ricche di storia e tradizioni.

  • 2017.07 |Studi e ricerche per la ricostruzione dei centri storici del comune di Castelsantangelo sul Nera (MC) danneggiati dal terremoto dell'autunno 2016
  • studente/iAcciaro Giorgia
  • Relatore/i
  • Zampilli Michele
  • Correlatore/i
  • Corso di laurea
  • LM Architettura - Restauro
  • Disciplina
  • Restauro Urbano
  • Data
  • 27/07/2017
  • Anno accademico
  • 2016 - 2017
  • Voto
  • 110/ 110 e lode