Mostra Testacciocentenario

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-52418
Mostra Testacciocentenario
Nel centenario dell’istituzione di Testaccio XX Rione di Roma, il 16 dicembre 2021, l’ATER promuove la mostra "Testacciocentenario. Da quartiere operaio di Roma Capitale a Rione XX della città"

16 dicembre 2021 - 18 gennaio 2022
via Beniamino Franklin 25 – Roma
a cura di Francesca Romana Stabile
allestimento e progetto grafico Francesca Cuppone
Dipartimento di Architettura, Università degli Studi Roma Tre


Interventi di
Nicola Zingaretti​, Presidente della Regione Lazio
Massimiliano Valeriani, Assessore alla Casa della Regione Lazio
Eriprando Guerritore, Presidente ATER Roma
Giovanni Longobardi, Direttore del Dipartimento di Architettura, Università degli Studi Roma Tre

Pietro Berardi, CEO del Club AS Roma
Giuseppe Cerasa, il Direttore della Collana di La Repubblica LE GUIDE AI SAPORI E AI PIACERI
presenterà l’edizione di TESTACCIO


Testaccio è caratterizzato da una singolare stratificazione urbana: le tracce archeologiche dell’antico porto di Roma si confrontano con il complesso industriale dell’ex Mattatoio; il Monte dei Cocci si affaccia sul tessuto residenziale del quartiere operaio; frammenti di periferia romano si alternano ai recenti interventi di rigenerazione urbana. Negli ultimi quarant’anni il quartiere ha subito una progressiva trasformazione, diventando, alle soglie del 2000, un’importante polo culturale, commerciale e di servizio, oltre che storico nucleo residenziale realizzato, prevalentemente, dall’Istituto per le Case Popolari (ICP).

La mostra vuole illustrare i principali passaggi della storia urbana del quartiere, a cavallo tra Ottocento e Novecento. Attraverso una serie di immagini, cartografie storiche e documenti d’archivio sarà possibile ripercorrere l’evoluzione urbana di un quartiere programmato, durante i primi anni di Roma Capitale, come zona destinata ad arti clamorose, fabbricati per abitazioni di operai e grandi officine (Piano regolatore 1873).
Grazie a un accordo di collaborazione scientifica, stipulato nel 2019 tra il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi Roma Tre e l’ATER (coordinatore scientifico, Francesca Romana Stabile), è stato possibile consultare documenti inediti conservati nell’Archivio Storico dell’ATER (ex Istituto per le Case Popolari in Roma): verbali del Consiglio d’Amministrazione, disegni, relazioni di dirigenti e progettisti, contratti d’appalto. Il confronto tra tali materiali con le cronache dei quotidiani dell’epoca e i documenti dell’Archivio Storico Capitolino ha permesso di ricostruire le principali vicende edilizie e sociali del quartiere.

Il percorso della mostra parte dall’illustrazione delle preesistenze archeologiche (Emporium, piramide di Caio Cestio, Mura Aureliane) per poi documentare il progressivo sviluppo del “quartiere industriale-operaio”: la costruzione del Mattatoio (1888-1891), le numerose opere di assistenza sociale, la lottizzazione residenziale dell’Istituto per le Case Popolari in Roma (ICP).
Oltre ai lotti residenziali, dagli inizi del Novecento, verranno realizzati una serie di edifici e spazi pubblici, come le scuole, il lavatoio, la chiesa di santa Maria Liberatrice, il Cinema Teatro Garibaldi, la caserma dei Vigili del Fuoco, lo stadio di calcio Campo Testaccio, le Poste a via Marmorata di Adalberto Libera e Mario De Renzi, la fontana delle Anfore a piazza Testaccio di Pietro Lombardi, il giardino pubblico di Raffaele De Vico che comprendeva Monte Testaccio.
Dopo più di un secolo dalla sua pianificazione, Testaccio costituisce un patrimonio urbano tra i più rappresentativi della città, dove le tracce della
storia convivono con il tessuto del quartiere operaio; le preesistenze archeologiche si confrontano con le aree industriali dismesse; gli spazi pubblici si alternano a quelli privati; frammenti di periferia romana preesistono ai recenti interventi di rigenerazione urbana.

Link identifier #identifier__2255-1Locandina

Link identifier #identifier__2747-2Programma
Link identifier #identifier__136193-1Link identifier #identifier__116956-2Link identifier #identifier__37798-3Link identifier #identifier__6044-4