Ghiaccio bollente, la ricerca sui cambiamenti climatici dalle Alpi al Polo Sud. - Collegamento live con la base Concordia in Antartide

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-49079
Ghiaccio bollente, la ricerca sui cambiamenti climatici dalle Alpi al Polo Sud. - Collegamento live con la base Concordia in Antartide
Venerdì 5 giugno 2020 alle ore 10:00 si terrà un incontro on line che ha l’obiettivo di far conoscere la ricerca sui cambiamenti climatici, attraverso lo studio della criosfera – la superficie terrestre coperta di ghiacci, ovvero l’acqua solida presente sul nostro Pianeta - dando voce agli scienziati attivi sul campo. 

In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2020 “Time for Nature”, la Centrale dell’Acqua di Milano organizza un evento speciale insieme ad ENEA, Università degli Sudi Roma Tre, Università Statale di Milano, Università Milano Bicocca e Comitato Glaciologico Italiano.

La diretta sarà un’occasione unica per poter conoscere il lavoro e la vita quotidiana dei ricercatori e del personale logistico del PNRA (Programma Nazionale di Ricerche in Antartide) e dell’IPEV (Istituto Polare francese Paul Émile Victor), attraverso un collegamento live con la Stazione di ricerca Concordia, che si trova nel continente di ghiaccio dell’Antartide. Il PNRA è finanziato dal MIUR (Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca) e coordinato dal CNR per le attività scientifiche e dall’ENEA per l’attuazione operativa delle spedizioni. 

Introdurranno e dialogheranno con l’equipaggio in Antartide alcuni tra i più rilevanti glaciologi italiani: il prof. Massimo Frezzotti (presidente del Comitato Glaciologico Italiano, Dipartimento di Scienze dell’Università Roma Tre), la prof.ssa Guglielmina Diolaiuti (Università Statale di Milano), il prof. Valter Maggi (Università Bicocca di Milano).

Che cos'è la Stazione Concordia 
Situata a 75°06′ Sud, 123°21′ Est e distante circa 1.200 km dalla costa, a 3.230 metri di altezza, la Stazione Concordia, aperta tutto l’anno dal 2005, è l’unico esempio di stazione cogestita da due Paesi (Italia e Francia) in Antartide. È costituita da due edifici comunicanti per mezzo di un passaggio coperto.

Ogni cilindro si compone di tre piani e ospita stanze da letto, laboratori scientifici e locali per i servizi fondamentali (ciclo dell’acqua, motore per la generazione di energia elettrica, calore…). Un medico specialista per le emergenze trascorre l’inverno a Concordia. La stazione ospita ricerche di astrofisica, sismologia, fisica dell’atmosfera e climatologia, biologia e medicina.

Per seguire la diretta
Link identifier #identifier__3674-1Facebook 
Link identifier #identifier__132018-2Youtube

Il pubblico potrà intervenire con domande all’equipaggio e ai glaciologi.

Link identifier #identifier__147170-3Locandina

Link identifier #identifier__57179-4Comunicato stampa
Link identifier #identifier__107920-1Link identifier #identifier__132680-2Link identifier #identifier__158543-3Link identifier #identifier__33380-4