Introduzione all’Antropologia Teatrale

Introduzione all’Antropologia Teatrale

Corso digitale a cura di Eugenio Barba e Julia Varley

con Odin Teatret, Parvathy Baul, I Wayan Bawa, Lydia Koniordou, Mundo Rodá, Yalan Lin, Teatro tascabile di Bergamo
 
 
La Fondazione Barba Varley in occasione della sessione dell’International School of Theatre Anthropology New Generation (ISTA/NG) a Favignana (12-22 ottobre 2021) ha elaborato un programma digitale di corsi post-laurea per studenti in materie umanistiche e dello spettacolo dal titolo INTRODUZIONE ALL’ANTROPOLOGIA TEATRALE.
Il corso introduttivo all’antropologia teatrale si concentra sul rapporto fra il processo creativo dell’attore/danzatore e la percezione dello spettatore. Maestri di diverse tradizioni culturali esemplificano e presentano i principi tecnici alla base della loro creazione in quanto attori/danzatori e come la loro “presenza” scenica ha un impatto sui sensi e la memoria emotiva e culturale dello spettatore. Il corso spiega e dimostra gli elementi che caratterizzano la dinamica della percezione dello spettatore, il senso cinestetico, e l’empatia fisico-dinamica di una relazione tra esseri viventi.
Il corso, articolato in dieci appuntamenti, riporta in diretta le lezioni e dimostrazioni teorico-pratiche nel corso della sessione dell’ISTA/NG di Favignana (Link identifier #identifier__126844-1https://odinteatret.dk/calendar/ista-new-generation-the-actor-s-presence-and-the-spectators-perception/). A ognuno di questi filmati in streaming (min. 3 ore) si aggiungeranno materiali di archivio da precedenti sessioni dell’ISTA dal 1980 ad oggi, 30 minuti di incontro ogni giorno con i maestri dell’ISTA e una lezione di 45 minuti di Eugenio Barba sui vari aspetti dell’antropologia teatrale come comportamento quotidiano/comportamento extra quotidiano, linguaggio artistico/linguaggio privato, agire che “dice” e agire che “significa” (la musica, per esempio, “dice”, non “significa”), principi per “trasformare” una “presenza” familiare e renderla insolita, modalità per stimolare l’attenzione di chi osserva o ascolta. In totale il corso avrà una durata di 50 ore. Cliccare sul link "Programma" per visualizzare il programma delle lezioni.
La realizzazione del corso si avvale della collaborazione di Claudio Coloberti, Irene di Lelio, Leonardo Mancini, Simone Dragone e Francesco Galli per il montaggio dei filmati di archivio e le riprese in diretta.
Con la direzione di Eugenio Barba, i maestri dell’ISTA che parteciperanno al corso sono I Wayan Bawa (danza balinese); Parvathy Baul (tecnica vocale Baul); Julia Varley e Roberta Carreri (Odin Teatret, Danimarca); Caterina Scotti, Alessandro Rigoletti e Tiziana Barbiero (Teatro tascabile di Bergamo per danza flamenco, kathakali e danza odissi); Yalan Lin (opera Nanchuan, Taiwan); Juliana Pardo e Alicio do Amaral (Mundo Rodá per Cavalo Marinho, Brasile), Lydia Koniordou (tragedia classica, Grecia). I maestri delle diverse tradizioni di teatro e danza impartiranno ai partecipanti i principi introduttivi della costruzione di una presenza scenica, a partire dal livello pre-espressivo secondo ciascuno dei loro stili e tradizioni culturali.
Eugenio Barba e Julia Varley riuniscono periodicamente artisti e studiosi di teatro e di danza per laboratori teorico-pratici d’antropologia teatrale. Il campo di ricerca riguarda i principi tecnici dell’arte dell’attore/danzatore in una dimensione transculturale. L’obiettivo di questa scelta metodologica deriva da un approccio empirico e mira a una comprensione dei principi fondamentali che generano la “presenza scenica” dell’attore/danzatore.
L’ISTA/NG, come istituzione di condivisione di conoscenza con maestri e studiosi di diverse discipline e campi di artistici e scientifici (Link identifier #identifier__73598-2www.odinteatret.dk) ha sviluppato numerose attività fra le quali il “Journal of Theatre Anthropology” Link identifier #identifier__4347-3https://jta.ista-online.org.
Durante lo svolgimento del corso è previsto un incontro internazionale di ricerca e formazione con artisti, studiosi e spettacoli messi in scena dagli stessi maestri, e aperti al pubblico locale.
Il corso digitale vuole dare a studenti, studiosi e professionisti che non possono seguire in presenza l’ISTA di Favignana, un contatto diretto con gli studi di antropologia teatrale. Il corso di 50 ore costerà 300 euro a persona. Il termine di chiusura delle iscrizioni è fissato al 31 agosto.
Per ulteriori informazioni rivolgersi alla responsabile per le iscrizioni all’ISTA, Irene di Lelio, Linee Libere, Link identifier #identifier__140766-4lineelibere2015@gmail.com

 

Link identifier #identifier__183133-5Programma
Link identifier #identifier__108015-1Link identifier #identifier__25495-2Link identifier #identifier__58290-3Link identifier #identifier__170168-4