Presentazione del libro “Il monastero dei Santi Giuseppe e Teresa a Terni”

Link identifier archive #link-archive-thumb-soap-82568
Presentazione del libro “Il monastero dei Santi Giuseppe e Teresa a Terni”
Presentazione del libro

Il monastero dei Santi Giuseppe e Teresa a Terni.
Centri e periferie del barocco carmeliatano
a cura di Saverio Sturm, edizioni Nova Millennium Romae 2022

Giovedì 13 luglio 2023 | ore 16.30
Biblioteca comunale di Terni
Piazza della Repubblica, 1
05100 - Terni

Interventi di:
P. Angelo Lanfranchi | Archivista Generale dell'Ordine dei Carmelitani Scalzi
Arch. Danilo Pirro | Presidente Amici della fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice - Terni
Prof.ssa Marisa Tabarrini | Dipartimento di Storia, disegno e restauro dell'architettura "Sapienza" Università di Roma

Modera l'incontro
Arch. Alessio Patalocco | Università per Stranieri di Perugia

Saranno presenti il curatore, prof. Saverio Sturm, e gli autori dei saggi


La fondazione del monastero dei SS. Giuseppe e Teresa a Terni si inserisce in un processo sommesso e tenace di insediamento degli Ordini post-tridentini nel paesaggio delle antiche diocesi umbre. Anche grazie alla significativa presenza in città dei Carmelitani Scalzi, presso la basilica santuario di San Valentino, il monastero ternano viene istituito da papa Paolo V nel 1612 e inaugurato in una sede provvisoria presso l’antica piazza del Mercato nel 1618, per essere poi trasferito in un complesso vicino Porta Spoletina completato a inizio Settecento. Demolito a seguito dei danneggiamenti bellici della Seconda guerra mondiale, trova infine una nuova collocazione fuori città nel secondo dopoguerra. Il libro esplora l’articolata vicenda del Carmelo ternano, nella sua valenza attrattiva, dal punto di vista religioso e antropologico, verso le esponenti della nobiltà locale e centroitaliana, ma anche nel ruolo da protagonista che svolge per l’esportazione seicentesca dei modelli contemplativi e formali dell’Ordine carmelitano nell’Europa danubiana, grazie alle missioni di suor Maria Eletta di Gesù, fondatrice dei monasteri di Vienna, Graz e Praga. La piccola storia del monastero di provincia si intreccia con i più vasti orizzonti globali della storia europea, inserendosi nei giganteschi pro-cessi di transfer culturale e contaminazione spirituale e artistica innescati dalla Controriforma.

Link identifier #identifier__59190-1Locandina
Link identifier #identifier__47673-1Link identifier #identifier__129760-2Link identifier #identifier__178376-3Link identifier #identifier__186658-4