Social Platform for Holistic Heritage Impact Assessment – SoPHIA project

image 147236

Il progetto SoPHIA vuole proporre un modello olistico di valutazione dell’impatto del patrimonio storico, ambientale e culturale in Europa. Il termine “olistico” sottintende che le dimensioni economiche, sociali, ambientali e culturali debbano essere considerate a pieno quando si vuole intervenire sul patrimonio. A tal fine, il progetto si impegna a creare una social platform in grado di riunire la comunità scientifica, gli stakeholder pubblici e privati, i professionisti e i policy makers a livello locale, nazionale e internazionale.

La preservazione e la promozione del patrimonio culturale è un fattore fondamentale nella definizione dell’identità Europea e del suo ruolo nel mondo. In particolare, interventi di qualità nell’ambito del patrimonio culturale contribuiscono al benessere delle comunità locali e allo sviluppo di forme di turismo culturale sostenibili. Al contrario, interventi non oculati possono non solo danneggiare irreparabilmente dei siti archeologici, l’ambiente circostante e il patrimonio intangibile ad essi relativo, ma anche causare una percezione negativa degli stessi da parte della società.

Onde evitare ciò, il progetto SoPHIA:

  • Presenterà un’analisi della letteratura, delle politiche e delle pratiche esistenti al fine di fornire un documento riportante le mancanze, i problemi e le difficoltà riscontrate nell’ambito di ricerca;
  • Analizzerà e traccerà le migliori prassi a livello di valutazione d’impatto e di qualità d’intervento, tenendo in considerazione l’ambito sociale, economico, ambientale e culturale;
  • Predisporrà e testerà un modello di analisi dell’impatto su diversi tipi di siti di patrimonio europeo, in modo da poter assicurare alti livelli di performance e efficienza;
  • Produrrà un insieme di strumenti e raccomandazioni circa la valutazione dell’impatto e gli standard qualitativi per stakeholders e figure impegnate nel settore;
  • Formulerà raccomandazioni e produrrà delle linee guida come base per un piano d’azione dell’Unione Europea circa: 1) programmi operativi relativi agli interventi sul patrimonio culturale, innovazione e ricerca;
    2) politiche pubbliche sulla qualità degli interventi di patrimonio culturale in Europa.
  • Coinvolgerà la comunità operante nel campo del patrimonio culturale e il pubblico in generale durante tutta la durata del progetto e anche dopo la sua fine.

La conferenza iniziale di SoPHIA si è tenuta il 30-31 gennaio 2020 presso la sede del coordinatore del progetto, l’Università degli Studi Roma Tre.

Il progetto SoPHIA è finanziato dell’Unione Europea in quanto parte del programma Horizon 2020 Ricerca e Innovazione, si terrà tra il 2020 e il 2021 e vedrà la collaborazione di Link identifier #identifier__171683-1Universitá degli Studi Roma Tre – UNIROMA3 (coordinatore) con Link identifier #identifier__4923-2InterartsLink identifier #identifier__129900-3Stichting European Museum Academy – EMA, Link identifier #identifier__171103-4Denken und Handeln in Kultur und Bildung – EDUCULT, Link identifier #identifier__144340-5National Technical University of Athens – NTUA, Link identifier #identifier__65228-6Dún Laoghaire Institute of Art, Design & Technology – IADT,  e Link identifier #identifier__126186-7 Institute for Development and International Relations – IRMO.

image 33044
The different subdomains identified in the collected studies mapped in the holistic four domain approach diagram, Cultural Heritage Counts for Europe Report (CHCfE)
Link identifier #identifier__133656-8Link identifier #identifier__73810-9Link identifier #identifier__68328-10Link identifier #identifier__197003-11
Pamela Moretto 15 Settembre 2020