Master internazionale di II livello in
Restauro architettonico e cultura del patrimonio
fondatore | Paolo Marconi
direttore | Elisabetta Pallottino
XIV edizione _ anno accademico 2016 _ 2017

Il Master ha lo scopo di formare architetti esperti nel recupero e nel restauro dell’architettura e dell’edilizia storica e capaci di progettare in sintonia con i contesti urbani e ambientali per restituire ai centri storici la loro peculiare bellezza e al patrimonio italiano le sue molteplici identità. È riservato agli studenti in possesso di laurea in Architettura, Lettere, Ingegneria edile (o in corsi europei ed extraeuropei corrispondenti) e ai restauratori specializzati con diploma ISCR (o diplomi equivalenti).
Didattica: la didattica del Master si svolge nel corso di 11 mesi, dal gennaio 2017 al dicembre 2017, agosto escluso. È suddivisa in 12 moduli della durata di una settimana ciascuno per una settimana al mese e per due settimane nel mese di dicembre.
Lezioni teoriche e metodologiche, in ambito storico, strutturale, tecnico e gestionale,  preparano allo svolgimento di un progetto di restauro.
Alcuni moduli, con esercitazioni pratiche, sono dedicati alla diagnostica strutturale, alle tipologie di consolidamento, alla diagnostica  dei materiali e alle tecniche di restauro delle opere in legno, delle superfici architettoniche e degli apparati decorativi. Sono organizzati da imprese specializzate e forniscono  le conoscenze necessarie a svolgere un’attività professionale  in grado di coniugare la conoscenza dei materiali e delle tecniche di restauro di ogni specifica tipologia costruttiva con l’interpretazione della storia evolutiva e del significato dell’edificio nel suo insieme. Un modulo specifico è rivolto  alla conoscenza degli strumenti e dei metodi utili alla costruzione dei GIS. La redazione del progetto, momento operativo fondamentale della didattica del Master, è condotta all’interno del Laboratorio di progettazione e applicata a una serie di casi di studio (centri storici o parti di essi).
Stages: è prevista l’attivazione di stages da svolgersi presso le istituzioni partner,  presso altre istituzioni italiane o straniere e presso studi e imprese di restauro, indicati dai docenti del Master o suggeriti dagli studenti nell’ambito dei territori di loro provenienza. Gli stages hanno una durata minima di 320 ore.
Conferenze pubbliche e sopralluoghi in cantiere: nel corso delle settimane di didattica, esperti, operatori e funzionari delle numerose istituzioni pubbliche che da tempo collaborano con il Master, sono invitati a tenere conferenze pubbliche e a organizzare sopralluoghi nei cantieri di loro competenza, a Roma e in diversi centri storici dell’Italia centrale.
Consiglio del Corso: Paola Brunori, Marco Canciani, Cesare Feiffer, Francesca Geremia, Francesco Giovanetti, Elisabetta Pallottino, Antonio Pugliano, María Margarita Segarra Lagunes, Francesca Romana Stabile, Giovanna Spadafora, Michele Zampilli.
Istituzioni Partner: Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Granada; Scuola Archeologica Italiana di Atene; Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali; Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per il Lazio; International Network for Traditional Building, Architecture & Urbanism (INTBAU); Istituto centrale per il catalogo e la documentazione; Istituto superiore per la conservazione ed il restauro; Politecnico di Bari; Soprintendenza speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma; Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Roma; Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per l’area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l’Etruria meridionale; Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti.
Docenti: Carlo Baggio, Marco Canciani, Giovanni Cangi, Claudio Facenna, Cesare Feiffer, Antonio Forcellino, Francesca Geremia, Francesco Giovanetti, Simone Pietro Lattanzi, Daniele Manacorda, Marco Mangano, Maura Medri, Pier Nicola Pagliara, Anna Laura Palazzo, Elisabetta Pallottino, Domenico Poggi, Paola Porretta, Antonio Pugliano, Felice Ragazzo, Alessandra Risolo, Mauro Saccone, Riccardo Santangeli Valenzani, María Margarita Segarra Lagunes, Giovanna Spadafora, Francesca Romana Stabile,  Mauro Tommasini,  Michele Zampilli.
Laboratorio di progettazione: Francesco Giovanetti, Michele Zampilli (coordinatori) – Paola Brunori, Chiara Cortesi, Francesca Geremia, Marco Grimaldi, Francesca Romana Stabile.
Informazioni e segreteria del Master: Eugenia Scrocca, Dipartimento di Architettura, Via Madonna dei Monti 40, 00184, Roma, tel. +39.06.57332949; eugenia.scrocca@uniroma3.it; segreteria@restauroarchitettonico.it
Scadenze: invio domanda di ammissione online (http://portalestudente.uniroma3.it) entro il 09/12/2016, iscrizione entro il 22/12/2016
Tassa d’iscrizione: Euro 4.500 in due rate (22/12/2016 e 30/05/2017)
Sono allo studio due borse di studio di importo pari a Euro 2.250, che verranno assegnate a seguito di un colloquio agli studenti iscritti che ne avranno fatto richiesta.
Iscrizione gratuita al Master al vincitore del primo premio della sezione tesi accademiche del Bando Hassan Fathy, indetto dall’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia (http://ordine.architettiroma.it/azioni/hassanfathy/)

www.restauroarchitettonico.it

  • Master II livello Restauro
  • 25.11.2016